Archivi categoria: Trading ideas

Condivisione di idee relative al trading

Scritto il alle 12:32 da [email protected]

Sui mercati asiatici gli scambi continuano a essere trainati dai miglioramenti dei prezzi del petrolio. Il petrolio, se riuscirà a mantenere i guadagni, farà registrare la settimana migliore da marzo, sull’onda delle speculazioni di interventi da parte dei principali produttori … Continua a leggere

Scritto il alle 13:57 da [email protected]

Ieri la pubblicazione dei verbali del FOMC di luglio ha innescato un’ondata di vendite sull’USD, malgrado i toni relativamente aggressivi del comunicato, stando ai quali la Fed potrebbe intervenire già a settembre. All’ultima riunione di luglio, la Federal Reserve ha … Continua a leggere

Scritto il alle 10:49 da [email protected]

Dopo essere stato oggetto di diffuse vendite contro gran parte delle valute G10, sul finire della seduta europea l’USD ha stornato le perdite sulla scia delle crescenti attese di un rialzo del tasso della Fed a settembre, dopo che funzionari … Continua a leggere

Scritto il alle 11:49 da [email protected]

Dopo la pubblicazione delle cifre deludenti sulle vendite al dettaglio di luglio negli USA, venerdì lo yen giapponese si è apprezzato bruscamente contro il biglietto verde, la coppia USD/JPY è tornata intorno a 101,20, in calo di circa l’1%. Il … Continua a leggere

Scritto il alle 10:21 da [email protected]

Ieri le valute legate alle materie prime si sono stabilizzate, dopo che i prezzi del greggio hanno compiuto un brusco rally sulla scia delle voci di colloqui informali dell’OPEC che potrebbero portare a un congelamento della produzione alla conferenza in … Continua a leggere

Scritto il alle 10:19 da [email protected]

La scorsa settimana i prezzi del greggio avevano ripreso un po’ fiato, il greggio West Texas Intermediate aveva guadagnato l’11%, salendo da 39,20 USD a 43,50 USD al barile. Alcuni partecipanti al mercato sono subito diventati rialzisti, prevedendo che l’oro … Continua a leggere

Scritto il alle 10:37 da [email protected]

Mercoledì l’USD ha ceduto terreno contro le altre valute principali, sulla scia del calo dei rendimenti dei titoli di Stato USA per effetto dell’affievolirsi delle attese di un rialzo del tasso della Fed. Dopo il forte rapporto NFP, la probabilità … Continua a leggere

Scritto il alle 10:38 da [email protected]

Martedì la sterlina britannica ha ricominciato a scendere dopo che Ian McCafferty, uno dei falchi più aggressivi del CPM, ha dichiarato che la banca centrale dovrebbe tenersi pronta a intervenire con un nuovo allentamento se l’economia del Regno Unito dovesse … Continua a leggere

Scritto il alle 10:44 da [email protected]

Pubblicato venerdì, il dato sulle buste paga non agricole (NFP) USA ha sorpreso in forte rialzo. A luglio l’economia USA ha creato 255.000 posti di lavoro non agricoli, rispetto ai 180 mila previsti e alla cifra, rivista al rialzo a … Continua a leggere

Scritto il alle 13:14 da [email protected]

La riserva valutaria della Svizzera ha raggiunto un nuovo massimo storico, salendo a 615,4 mld di CHF a luglio, un aumento di 6,4 mld rispetto a giugno. Dopo il voto del Regno Unito per lasciare l’Unione Europea, la BNS è … Continua a leggere


Save the Children Italia Onlus
www.finanza.com
News sulla Borsa italiana info.gif (242 byte)
Siamo arrivati a Pasqua e il mercato continua nella sua corsa al rialzo. Ma non si tratta solo più di un recupero dai minimi di dicembre. E proprio a questo proposito, abbiamo o
Il nostro Machiavelli non ha mai avuto la fortuna di conoscere Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, forse uno dei migliori pittori della storia del nostro Paese, avrebbe ap
Il nostro Machiavelli non ha mai avuto la fortuna di conoscere Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, forse uno dei migliori pittori della storia del nostro Paese, avrebbe ap
Io me lo immagino il buon Donald che canta la canzone dei Ricchi e Poveri, indubbiamente più ricchi che poveri... "Che sarà che sarà che sarà, che sarà della mia vita chi
Ftse Mib: avvia la seduta in ribasso dopo aver toccato ieri i massimi da luglio 2018. 22.000 punti è il livello importante che se infranto con la giusta forza spalancherebbe le po