Cerca nel Blog

Continuano le vendite di bond, USD in calo

Stamattina i rendimenti azionari sono contrastati. Il Nikkei è in rialzo dello 0,02%, nel bel mezzo della fascia a un mese. Sulla scia della terza riduzione dei tassi d’interesse operata dalla PBoC nel giro di sei mesi, il Composite di Shanghai si accinge a chiudere con il segno più per il terzo giorno di fila, in rialzo dell’1,44%. L’Hang Seng arretra del -0,53%, mentre le azioni australiane hanno guadagnato lo 0,88% dopo che i prestiti per le abitazioni hanno superato le attese, in rialzo dell’1,6% m/m a fronte dell’1% previsto, a conferma che il mercato immobiliare australiano continua a lievitare. Il taglio di 25 punti base sul tasso, sceso al 2%, deciso mercoledì scorso dalla banca centrale australiana non farà calare le pressioni. Ciò nonostante, la RBA ha detto che sta lavorando con i regolatori per valutare e limitare i rischi che potrebbero insorgere nel mercato immobiliare. In India, il Sensex ha ceduto l’1,62%.
L’USD/JPY è in rialzo, è tornato sopra quota 120 e al momento testa la resistenza a 120,18 (50% di Fibonacci sul calo di marzo). Da marzo, la coppia viene scambiata all’interno della fascia 118-122. Nelle ultime 24 ore, l’AUD/USD non si è mosso granché e rimane sul supporto a 0,7869/84 (50% di Fibonacci sul rally di aprile). L’AUD rimane, però, nel canale di trend ascendente e avrà bisogno di nuovi impulsi per superare le prossime resistenze, collocate a 0,8030 e 0,8076 (massimi precedenti). Durante la seduta asiatica, il kiwi (NZD) si è consolidato intorno a 0,7360, dopo aver infranto la soglia psicologica a 0,74. Il prossimo supporto staziona 0,7192 (minimo 11 marzo).
Ieri, a New York, i titoli di Stato USA sono stati oggetto di pesanti vendite. I titoli decennali sono balzati di 15 punti base, al 2,28%, per poi lievitare fino al 2,30% in Asia. Da ieri, il rendimento dei titoli trentennali si è impennato di 19 punti base, al 3,07%, quello dei titoli a scadenza quinquennale è balzato di 14 punti base, all’1,61%. In Europa, il Bund a 5 anni è salito di 4 punti base, allo 0,11%, dopo che, lunedì, la Grecia ha rimborsato i 750 milioni di euro.
L’EUR/USD viene acquistato ed è in rialzo di 70 punti base rispetto al minimo del giorno precedente. La coppia GBP/USD ha violato la forte resistenza a 1,5552 (massimo 26 febbraio) e ha fatto registrare un nuovo massimo da 4 mesi a 1,5613. Rimaniamo rialzisti sulla sterlina perché la coppia sta per confermare la violazione del livello di lungo termine corrispondente al 38,2% di Fibonacci a 1,5569 (sulle vendite da luglio 2014 ad aprile 2015). L’EUR/GBP ha recuperato le perdite precedenti e testa la resistenza a 0,7193, costituita dal 61,8% di Fibonacci. I futures sui listini europei sono negativi: FTSE al -0,44%, DAX -0,97%, CAC -0,81% e SMI -0,62%.
Stamattina l’USD/CHF viene offerto e nella notte ha ceduto i guadagni di ieri. La coppia viene scambiata intorno a 0,9310 e dovrebbe trovare supporto a 0,93. Tuttavia, la recente debolezza dell’USD aiuterà il franco svizzero a infrangere agevolmente quel supporto. L’EUR/CHF ha trovato un buon supporto a 1,0390 (minimo 2 aprile) e sta salendo gradualmente.
Oggi gli operatori monitoreranno l’IPC in Svezia, la produzione industriale e manifatturiera nel Regno Unito, la produzione industriale in India e l’IPC/FIPE in Brasile.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta


Save the Children Italia Onlus
www.finanza.com
News sulla Borsa italiana info.gif (242 byte)
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2017 Setup Mensile: ultimo Maggio (range 20572 /
Stoxx Giornaliero     Buongiorno, finisce la soap opera riguardante l’ipotesi del ciclo trimestrale dal 8 febbraio ancora in essere, nonostante abbia prova
E' stato tra i temi di discussione sul tavolo del G7 che si è tenuto a maggio a  Taormina. E di recente è stato indicato dalla Banca centrale europa come uno dei rischi al rib
Apertura di seduta intorno alla linea di parità per il Ftse Mib. L'indice rimane nelle vicinanze della resistenza statica di area 21.570 punti, oltre la quale potrebbero arrivar
luglio 21, 2017 Dopo il Bund prenderei la seconda variabile indicata questa mattina che potrebbe aiutarci a valutare la forza dell Eurusd. Dax30 Innegabile la te